Scemari

It's so much more fun to be bad

Sta per uscire l’ iPhone 6 e se non lo compri non selfie a niente.

All’inizio una persona comincia a piacerti sulla base di alcune sue caratteristiche, no? L’aspetto fisico, oppure come si muove, o l’intelligenza, o magari una combinazione di tutte queste cose insieme. Sicché all’inizio a farti sentire in un certo modo sono appunto quelle che tu chiami caratteristiche, cioè certi aspetti di quella certa persona. Ma poi, se arrivi al punto che… cioè, se quella persona arrivi ad amarla, allora è come se la faccenda si capovolgesse. Cioè non è più che apprezzi quella persona per via di certi aspetti di quella persona; piuttosto è che cominci ad apprezzare gli aspetti di quella persona perché apprezzi la persona. Tipo come una cosa centrifuga anziché centripeta. 

La scopa del sistema, David Foster Wallace

Bryan Cranston and Aaron Paul thanking each other in their Emmy acceptance speeches

Dio, mi commuovono sempre i loro sguardi da “padre e figlio”. Li adoro. 

(Fonte: jaimescersei, via guerrepudiche)

Certe parole vanno esplicitamente pronunciate. E’ solo effettivamente pronunciando certe parole che uno fa quello che dice: <Amo> è una delle suddette parole, parole produttive. Ci sono parole che letteralmente realizzano le cose. 

David Foster Wallace, La scopa del sistema

Me @Berlin (East Side Gallery)

Me @Berlin (East Side Gallery)

Diceva che voleva vedere tutto, ma era vero? Una persona vuole davvero sapere quello che ti sta chiedendo di dirgli?

—Amy Hempel, Ragioni per vivere

Yes, you&#8217;re the one who rocks.

Yes, you’re the one who rocks.

Che poi gli amori estivi erano brevi una volta, mo è cazzo che ti aggiungono su facebook.

L&#8217;avrò letto da qualche commento in rete, non so. Porca però si è definita lei. Maestra elementare lo è sicuro, di elementare c&#8217;ha tutto.
In ogni caso, prima di sparare sentenze, sono andata a leggere un po&#8217; di cose che scrive e&#8230; volevo spararmi io! 
Le case editrici sono a caccia di soldi, e di conseguenza di (sub)autori come Moccia, che di soldi ne fanno fare a palate. Il target di riferimento sono ovviamente gli adolescenti. Credo che a loro piaccia perchè oggi nessuno ha più un diario segreto. Le ragazzine crescono troppo velocemente per ricordare. E&#8217; per questo che trovano comodo che qualcuno lo faccia per loro, che qualcuno le racconti cos&#8217;è l&#8217;amore. Mettere un mi piace non costa niente: viviamo di frasi ad effetto, di citazioni e di rebblog. Di vero ci vedo solo tanto compiacimento. 

L’avrò letto da qualche commento in rete, non so. Porca però si è definita lei. Maestra elementare lo è sicuro, di elementare c’ha tutto.

In ogni caso, prima di sparare sentenze, sono andata a leggere un po’ di cose che scrive e… volevo spararmi io! 

Le case editrici sono a caccia di soldi, e di conseguenza di (sub)autori come Moccia, che di soldi ne fanno fare a palate. Il target di riferimento sono ovviamente gli adolescenti. Credo che a loro piaccia perchè oggi nessuno ha più un diario segreto. Le ragazzine crescono troppo velocemente per ricordare. E’ per questo che trovano comodo che qualcuno lo faccia per loro, che qualcuno le racconti cos’è l’amore. Mettere un mi piace non costa niente: viviamo di frasi ad effetto, di citazioni e di rebblog. Di vero ci vedo solo tanto compiacimento.