Scemari

It's so much more fun to be bad
L’avrò letto da qualche commento in rete, non so. Porca però si è definita lei. Maestra elementare lo è sicuro, di elementare c’ha tutto.
In ogni caso, prima di sparare sentenze, sono andata a leggere un po’ di cose che scrive e… volevo spararmi io! 
Le case editrici sono a caccia di soldi, e di conseguenza di (sub)autori come Moccia, che di soldi ne fanno fare a palate. Il target di riferimento sono ovviamente gli adolescenti. Credo che a loro piaccia perchè oggi nessuno ha più un diario segreto. Le ragazzine crescono troppo velocemente per ricordare. E’ per questo che trovano comodo che qualcuno lo faccia per loro, che qualcuno le racconti cos’è l’amore. Mettere un mi piace non costa niente: viviamo di frasi ad effetto, di citazioni e di rebblog. Di vero ci vedo solo tanto compiacimento. 

L’avrò letto da qualche commento in rete, non so. Porca però si è definita lei. Maestra elementare lo è sicuro, di elementare c’ha tutto.

In ogni caso, prima di sparare sentenze, sono andata a leggere un po’ di cose che scrive e… volevo spararmi io! 

Le case editrici sono a caccia di soldi, e di conseguenza di (sub)autori come Moccia, che di soldi ne fanno fare a palate. Il target di riferimento sono ovviamente gli adolescenti. Credo che a loro piaccia perchè oggi nessuno ha più un diario segreto. Le ragazzine crescono troppo velocemente per ricordare. E’ per questo che trovano comodo che qualcuno lo faccia per loro, che qualcuno le racconti cos’è l’amore. Mettere un mi piace non costa niente: viviamo di frasi ad effetto, di citazioni e di rebblog. Di vero ci vedo solo tanto compiacimento. 

Mi sono “documentata" su questa Susanna Casciani che tanto rebbloggate.

Quindi, se ho capito bene, è una maestra elementare, è una mamma, una mamma porca precisamente, e ha avuto diverse proposte editoriali sempre declinate perchè non le piace sporcarsi coi soldi.

Beh, considerando che a noi non piace sporcarci le mani sfogliando libri di merda, direi che ha fatto bene.

Le liti fra lesbiche sono le peggiori: nessuno esce sbattendo la porta, perchè sono entrambe donne e vogliono parlare dei propri sentimenti.

—Amy Hempel, Ragioni per vivere

Gavettoni

La campagna # trasformata in gavettone rionale di fine Agosto è il primo segno che questa iniziativa fa acqua da tutte le parti. 

Le cose stavano così, che l’uno vedeva nell’altro la merda che lui stesso era. Uno vedeva il proprio squallore e rimproverava all’altro lo stesso squallore per dimostrare a se stesso di non essere tanto squallido come l’altro. 

Le cose stavano così, che l’uno vedeva nell’altro la merda che lui stesso era. Uno vedeva il proprio squallore e rimproverava all’altro lo stesso squallore per dimostrare a se stesso di non essere tanto squallido come l’altro. 

Su una bancarella di libri dove solitamente mi fermo a rovistare, trovo “Porno” di Welsh sepolto in mezzo ai libri Harmony e quelle stronzate motivazionali tipo scopri cosa pensa il tuo uomo a letto oppure donne trentenni come gestirsi tra lavoro e figli (che poi sfido a trovare una trentenne con almeno una delle due cose). Ecco, solo perché ti chiami Porno vieni classificato come un romanzo erotico e non come il geniale, e a mio parere superiore, seguito di un cult come Trainspotting. E all’improvviso ti ritrovi in mano a una casalinga arrapata, ancora tutta presa da 50 sfumature, che sottovoce confessa alle amiche di aver letto il libro più sconvolgente della sua vita, che se la vedesse quel matto di Franco Begbie la picchierebbe a sangue.

Esiste una determinata specie di uomo che, quando è al mare, si siede nel ristorante del lido senza maglietta, e senza alcuna remora, mangia e beve grattandosi i peli sul petto e cacciando fuori all’occorrenza i piedi dai suoi infradito. Molto probabilmente la donna che è al suo fianco, per scegliere un tipo così, è arrivata all’ultima spiaggia.

Chissà cosa spinge un ragazzo che suona uno strumento musicale a decidere di voler far parte della banda di paese piuttosto che di una rock band piena di groupie.

Spacciatore a telefono con la mamma: “mamma’, io nun me vac a droga’, io a matin vac a combatter!”. Le mamme so proprio tutte uguali, sempre a preoccuparsi.

Capisci che le cose in Italia vanno male dal fatto che vai in spiaggia e ci trovi un bagnino obeso: una sicurezza per chi non sa nuotare.